Mondored
loading...
soft skills

Vuoi lavorare nel digitale? Ecco le soft skills più ricercate

Quando si invia un curriculum, per una candidatura spontanea o in risposta a un annuncio di lavoro, bisogna tener conto di diversi fattori. Le capacità tecniche e specifiche sono importanti, ma non bisogna dimenticarsi delle soft skills. Cosa sono e quali sono le più richieste nel digitale?

Nell’articolo di oggi di MondoRed, parleremo delle competenze trasversali che non possono mancare sul tuo CV, se vuoi lavorare nel digitale.

Soft skills: cosa sono e perché sono importanti?

Per soft skills, in italiano “competenze trasversali, si intendono tutte le competenze e abilità che non rientrano nella sfera tecnica. Fanno invece parte dell’area personale e caratteriale.

Infatti, le soft skills non si imparano a scuola o all’università, ma si sviluppano con le esperienze personali e lavorative. Queste competenze riguardano la sfera emotiva, le aspirazioni e le gestioni delle situazioni complesse.

Le 5 soft skills più richieste da inserire nel cv per lavorare nel digitale

Ecco, quindi, le capacità trasversali più richieste per lavorare nel digitale.

Problem solving

Gli intoppi capitano a tutti. L’importante è saperli risolvere, ragionando con pensiero critico.
Il problem solving è proprio in questo. Niente panico, mente fredda e pensieri fuori dagli schemi per risolvere gli intoppi presentati, nel minor tempo possibile anche in maniera creativa.

E a proposito di creatività

Essere creativi è una qualità necessaria in molti impieghi, soprattutto per chi vuole lavorare nel digitale. Questa abilità deve essere stimolata e coltivata. Nasciamo tutti creativi, bisogna però continuare a stimolare questo aspetto. Come si coltiva la creatività? Studiando, leggendo e rimanendo informati sulle novità del nostro ambito. E magari osservando anche i nostri competitor.

Iniziativa

Non bisogna avere paura a proporre idee, dimostrando le nostre capacità tecniche. La cosa più brutta che potrebbe capitarti sarà quella di ricevere un “no”.

Autonomia

Sul lavoro, questa qualità indica la capacità di utilizzare le proprie risorse e la propria intraprendenza. Questo per risolvere problematiche che potrebbero sorgere o anche solo per svolgere le nostre mansioni.

È quindi una capacità molto apprezzata perché permette all’azienda di risparmiare tempo e risorse.

Mai sedersi sugli allori

In un mondo che cambia costantemente, ogni giorno è utile per imparare qualcosa di nuovo, anche per la propria crescita personale.

In ambito lavorativo, questo si traduce nell’essere una persona predisposta all’apprendimento, non fermandosi a ciò che si conosce.

Perché non devi dimenticare le soft skills nel Curriculum.

Quindi, mai dimenticarsi di inserire queste competenze nel CV, qualsiasi sia la posizione a cui si ambisce. Non vanno però inserite alla leggera, proprio come per le competenze verticali.

Ma perché sono così importanti?

I responsabili di risorse umane che cercano le figure da inserire in azienda, guardano oltre le semplici competenze tecniche, apprese all’interno di un percorso di formazione che può essere comune a tutti i frequentanti del corso.

Inserire competenze trasversali nel CV può fare la differenza tra te e una persona che ha fatto il tuo stesso percorso universitario.

Se sei interessato al mondo digitale e della comunicazione, continua a seguire MondoRed.it.

Share with:
VIEW
CLOSE