Mondored
loading...
errore 404

Pagina 404, come trasformare un errore in opportunità

Vi è mai capitato di cercare un prodotto o un’informazione su un sito e vedere apparire la tanto odiata pagina 404?

La pagina 404 indica una pagina cancellata o spostata che non è stata reindirizzata correttamente, oppure semplicemente un URL digitato male. Se gestisci un sito, puoi sfruttare la pagina di errore 404 per indirizzare gli utenti alle pagine più simili all’articolo o al servizio ricercato dall’utente.

Immaginando che tu abbia un e-commerce di abbigliamento, se la pagina conteneva un modello di sneaker da donna, puoi inserire un link alla scheda del prodotto più somigliante.

In questa guida, noi di MondoRed, Digital Agency di Milano, Roma e Gallarate vi mostreremo:

  • Cos’è l’errore 404;
  • I vantaggi di una 404 personalizzata;
  • Come creare una 404 personalizzata.

Che cos’è l’errore 404

Un errore 404, chiamato anche ErrorDocument 404, si riferisce per lo più a una pagina che informa l’utente della non esistenza di una determinata risorsa. Per esempio, se l’utente atterra su una pagina che non esiste più tramite un link, il server dovrebbe mostrare una pagina di errore 404.

Ovviamente, immaginando che sia proprio tu a voler acquistare le tanto desiderate sneakers sul tuo e-commerce preferito, potresti non rimanere soddisfatto dal punto di vista dell’esperienza nello shop.

In molti non sanno però che la pagina 404 non implica solamente il fatto che un contenuto sia stato rimosso o cancellato. Quando è impostata correttamente, essa informa anche GoogleBot dell’assenza di un documento. Per essere certi che questo avvenga con le corrette modalità, è importante che una pagina di errore faccia apparire il codice di stato 404 corretto.

Perchè personalizzarla

Personalizzare la pagina 404 permette di trattenere l’utente sul sito, riducendo la frequenza di rimbalzo e migliorando il posizionamento organico del sito. Per i portali e-commerce è importante quindi curare la pagina di errore 404 per non perdere gli utenti che cercano un prodotto inesistente.

Per essere funzionale, una pagina 404 deve:

  • Essere in linea con lo stile del sito (stessi font e colori);
  • Contenere un link alla home page;
  • Linkare ad altre pagine del sito potenzialmente interessanti (categorie popolari, post più letti, pagine di download di app e guide);
  • Avere lo stesso menu di navigazione delle altre pagine del sito.

Come impostare la pagina 404

La pagina deve essere personalizzata in termini di header, footer, lingua utilizzata, con un messaggio chiaro, esplicativo e utile all’utente.

Sarebbe funzionale, in termini di navigazione, anche inserire dei link simili che consentano all’utente di non abbandonare il sito.

Solo perché un prodotto viene dismesso non significa che la domanda da parte dell’utente cessi di esistere.

In questo caso è opportuno mantenere:

  1. Il codice 200;
  2. Esplicitare che il contenuto non verrà più fornito;
  3. Inserire, anche in questo caso, reindirizzamenti a prodotti correlati e simili.

Ci sono anche dei plugin dedicati che consentono di de-indicizzare i prodotti dopo una determinata data.

Da un errore nascono le strategie di marketing

La pagina 404 può essere sfruttata anche come strumento di web marketing. Approfitta di questo errore per:

  1. Inserire un form di iscrizione alla newsletter;
  2. Far crescere la community, indirizzando l’utente a forum e canali social;
  3. Strappare un sorriso ai clienti con una grafica originale che comunichi i valori del brand;
  4. Portare il cliente verso una landing page che vuoi promuovere;
  5. Sponsorizzare prodotti e servizi, ad esempio inserendo gli articoli più venduti, un buono sconto, le offerte speciali o il link per scaricare l’app aziendale.

Se sei alla ricerca di una web agency per realizzare un sito web ottimizzato per i motori di ricerca? Contattaci!

Share with:
VIEW
CLOSE