Mondored
loading...

Facebook Reels: tutto quello che c’è da sapere

Disponibile anche in Italia una nuova funzionalità di Facebook attesa da molti utenti: Facebook Reels.

Dopo una prima fase di lancio di cui gli utenti degli Stati Uniti hanno avuto l’esclusiva, è arrivata la notizia del rilascio dei Reels su Facebook in 150 nuovi Paesi tra cui anche la nostra penisola.

Noi di MondoRed, Web Agency di Milano, Roma e Gallarate siamo pronti a presentarti le principali novità nell’approfondimento di oggi.

L’importanza dei video su Facebook

L’arrivo dei Reels su Facebook è arrivato dopo Instagram e con la volontà di proseguire una battaglia contro il social dedicato ai video per eccellenza, TikTok.

Una decisione presa a seguito della comprensione dell’importanza che hanno proprio i video per gli utenti.

«I video contano ormai per quasi la metà del tempo che le persone passano su Facebook e Instagram, e Reels è il nostro formato di contenuti in più rapida ascesa. Vogliamo che Reels sia per i creator la soluzione migliore per farsi conoscere, restare in contatto con il loro pubblico e guadagnare. Vogliamo inoltre che le persone possano trovare e condividere contenuti rilevanti e coinvolgenti in modo semplice e divertente» .

Questo è quanto ha annunciato Meta in una nota ufficiale pubblicata sul proprio blog, con il lancio della presentazione della  nuova funzionalità per iOS e Android in più di 150 paesi nel mondo.

Cosa sono i Facebook Reels

I Facebook Reels nella quotidianità permetteranno la creazione di video della durata complessiva dai 15 ai 60 secondi, a cui sarà possibile aggiungere audio, effetti di realtà aumentata, caratteri speciali e transizioni.

L’obiettivo principale della loro creazione consiste nell’amplificazione della diffusione dei contenuti. Prima di tutte le Storie, ma anche dentro Watch o in cima al Feed, con la nuova etichetta in arrivo dedicata ai video brevi per poterli vedere o creare in pochi clic.

Gli influencer potranno godere anche di alcune novità esclusive, pensate su misura. Il Remix, che consente creare un reel che include tutto o una parte del reel di un altro creator o il video clipping, che renderà più semplice registrare video in diretta, salvarli in bozza e gestire il proprio canale in autonomia.

I reels e la loro monetizzazione

Il gruppo Meta, a cui a capo come sicuramente sai c’è il celebre Mark Zuckerberg, nei prossimi mesi ha intenzione di estendere il programma di bonus con cui fino ad ora ha investito 1 miliardo di dollari «in modo che ancora più creatori possano essere ricompensati per la creazione dei reel amati dalle loro community». Ma sono allo studio anche opzioni di monetizzazione diretta con guadagni provenienti da inserzioni pubblicitarie e dal supporto dei fan, che potranno acquistare e inviare Stelle ai loro creatori di contenuti preferiti. Si inizierà con due formati: banner pubblicitari che appaiono come overlay semi-trasparenti nella parte inferiore di Facebook Reel, e inserzioni con adesivi: un’immagine statica che può essere posizionata dal creator in qualsiasi punto del suo reel. Queste inserzioni senza interruzioni permetteranno ai creator di guadagnare una parte delle loro entrate.

La società aggiunge infine che sta lanciando «dei sistemi di controllo dell’idoneità per i brand, tra questi Liste degli editori, Liste degli elementi bloccati, Filtri dei contenuti e Report di pubblicazione per inserzioni banner e con adesivi su Facebook Reels in tutte le regioni in cui sono disponibili» per poter garantire agli inserzionisti «un maggiore controllo se ritengono che le loro inserzioni compaiano in luoghi che non considerano adatti al loro brand o alla campagna di un creator».

Sei interessato a maggiori informazioni su Facebook Reels? Non esitare a contattare il nostro team per una gestione social garantita da professionisti del settore.

Share with:
VIEW
CLOSE